IL MIO GODARD
Regia di Michel Hazanavicius
Genere: Commedia
Durata: 102 minuti
Anno: 2017
Con Louis Garrel, Stacy Martin, Bérénice Bejo, Micha Lescot, Grégory Gadebois
Nazionalità: Francia
Trama:

l ritratto di una delle figure più importanti del cinema francese e mondiale, quella di Jean-Luc Godard, vista attraverso gli occhi dell’allora giovanissima moglie Anne Wiazemsky. Il sessantotto, il maoismo, le proteste contro la guerra in Vietnam, ma soprattutto la storia d’amore appassionata e complicata, tra Anne e Jean-Luc.
Michel Hazanavicius dopo il passo falso di The Search, torna alla sua pratica cinematografica preferita: rivisitare un genere offrendogli una nuova occasione di visibilità. Era accaduto con un grande e, in parte, inatteso, successo di pubblico per The Artist e non si sa quanto il miracolo possa ripetersi con questo Redoutable che nell’originale ha una valenza più double face rispetto alla traduzione italiana in Il mio Godard.

L’incertezza è dettata dal soggetto scelto: quanti, al di là dell’ambito della cinefilia, conoscono il cinema di JLG (come ha finito per essere chiamato da ammiratori e detrattori) e, in particolare, le opere che precedono e seguono il periodo preso in considerazione nel film?

PROGRAMMAZIONE
  • Martedì d'essai
    Martedì 13 febbraio ore 19,00-21,15
    Ingresso unico 5€
DOVE